I FALAFEL tanto gustosi quanto facili da preparare, e si prestano ad essere utilizzati sia come piatto unico per una cena etnica che come stuzzicanti antipasti per una serata originale tra amici. Varchiamo le frontiere e scopriamo nuovi modi di impiegare in cucina ingredienti comuni e già ben conosciuti sulla nostra tavola.

INGREDIENTI:
400 g di ceci
Una cipolla tritata
Un mazzetto di prezzemolo tritato
Due spicchi d’aglio
Due cucchiaini di Cumino
Un cucchiaino di Coriandolo macinato
Olio per friggere
Pepe e Sale

DIFFICOLTA: media

TEMPO: 20 minuti per la preparazione e 20 per la cottura

PREPARAZIONE E PROCEDIMENTO – Mettere a bagno i ceci per almeno 24 ore, poi scolarli e togliere le bucce. Mettere i ceci in un frullatore insieme alla cipolla, l’aglio, il prezzemolo, il coriandolo macinato, il cumino ed un pizzico di pepe e il sale e frullare sino ad ottenere una specie di pasta densa ed omogenea. Mettere il preparato in una coppa e lasciare riposare per circa un ora in frigorifero in modo da farlo rapprendere un po’. Togliere dal frigo e lavorare il composto, realizzando delle polpettine da cuocere nell’olio bollente. Fare attenzione a non cuocere eccessivamente i falafel, girandoli durante la cottura per ottenere una frittura omogenea e togliendoli dall’olio non appena si siano ben dorati, asciugandoli in una coppa foderata di carta assorbente per togliere l’olio in eccesso.

CONSIGLIO –I falafel possono essere serviti sia caldi che freddi, accompagnati da verdure condite o da salse tipiche del Nord Africa, come lo Hummus. Se il preparato risulta troppo liquido e non si riesce a lavorarlo per realizzare le polpettine, aggiungere un pò di farina per addensare il tutto.

Articolo precedenteRisotto con barbabietole e gorgonzola
Prossimo articoloSpaghetti alla papalina