Il 19 marzo marzo si avvicina, una data importante in quanto si celebra la festa di San Giuseppe, e la festa del Papà. Protagoniste indiscusse di questa ricorrenza sono le zeppole. Questo dolce tipico della tradizione italiana presenta diverse versioni “regionali” della sua ricetta.

Ecco la ricetta delle zeppole pugliesi

Per la pasta:

  • 250 ml di acqua
  • 75 gr di strutto
  • 250 gr farina
  • 6 uova e un pizzico di sale

Per la crema:

  • 60 gr farina
  • 100 gr zucchero
  • 2 uova
  • 1/2 litro di latte
  • scorza di mezzo limone.

La preparazione: cominciamo dalla crema mettendo in un pentolino due uova intere, la farina, lo zucchero, la scorza di limone (oppure una bustina di vanillina), il latte.  Con una frusta a mano o elettrica mescolate per bene fino ad ottenere un composto liquido e liscio e mettete sul fuoco. Mescolate con cura, una volta ottenuta la densità desiderata potete togliere la crema dal fuoco e lasciatela raffreddare. Servirà successivamente per guarnire le zeppole.

Per la pasta: in una pentola capiente far bollire l’acqua con lo strutto e il sale, incorporare la farina e girare fino ad amalgamare bene il tutto; spegnere il fuoco e lasciare raffreddare il composto. Poi aggiungere le uova, uno per volta, mescolando con una frusta o nella planetaria. Ecco pronto l’impasto per le zeppole; ora, aiutandovi con una sac à poche formate dei cerchi con un diametro di circa 2 cm e adagiateli sulla carta da forno.  Preparate una padella o una casseruola con olio bollente (di oliva o di semi) e friggete le zeppole. Dopo la frittura, adagiate su carta assorbente e lasciate raffreddare, quindi cospargete di zucchero a velo e decorate con ciuffetti di crema e amarene sciroppate. Se vi va, potete anche guarnirle internamente tagliando la zeppola. Per zeppole più “leggere” consigliamo la cottura in forno.

In alcuni centri della Provincia di Taranto, Fragagnano e San Marzano di san Giuseppe in particolare, la festa di San Giuseppe è molto sentita e vissuta intensamente con il perpetuarsi di antichissime tradizioni: le tavolate di San Giuseppe, dove le zeppole vengono offerte come ultima pietanza.

Le tavole di San Giuseppe, qui chiamate tradizionalmente “mattre” sono dei banchetti con i piatti della tradizione locale: purè di fave e verdure, pasta e ceci, sugo, pane, polpette, vino e biscotti che vengono offerti ai cittadini e ai visitatori.

Se volete vivere queste tradizioni dal 16 al 19 marzo avrà luogo l’edizione 2019 della festa; potete raggiungere la città di San Marzano noleggiando un’auto su autoitalo, potrete così godervi oltre alle mattre, tutta la festa patronale caratterizzata da religione, folklore e tradizione: la processione delle fascine, il corteo di cavalli che trainano carri colmi di legna che servirà per l’accensione del monumentale falò, e un imperdibile spettacolo di fuochi pirotecnici.