mela verde

La fresca e croccante mela verde si sposa alla perfezione con il gusto morbido ed avvolgente del formaggio Asiago, dando vita ad un piatto tanto gradevole alla vista che saporito al palato.

Una mela al giorno toglie il medico di torno, meglio ancora se verde. I vecchi adagi popolari hanno sempre profonde radici nella realtà e quelli relativi a questo tipico prodotto del made in Italy sono particolarmente fondati.

Questa varietà di mele, nello specifico quella coltivata in Trentino, può vantare delle straordinarie qualità che possono migliorare la nostra salute e anche attivare un’azione preventiva sul nostro organismo. In generale, le mele verdi sono piene di sali minerali (potassio, magnesio, fosforo e calcio), vitamine (specialmente la C), flavonoidi e polifenoli.

Il formaggio Asiago è un prodotto caseario di latte vaccino a pasta semi-cotta e a denominazione di origine protetta.

L’Asiago è un formaggio a pasta dura riconosciuto con il marchio D.O.P. che si produce nelle province di Vicenza, Trento, Padova e Treviso. In origine questo formaggio veniva prodotto soltanto nell’altopiano di Asiago, da cui prende appunto il nome, ma col tempo cominciò ad allargarsi la produzione dall’altopiano fino alle colline e ai rifugi alpini circostanti.

Il formaggio Asiago può essere prodotto sia nella versione fresca, sia in quella stagionata.

L’Asiago fresco è un formaggio morbido, con molte occhiature irregolari e dalla pasta tradizionalmente bianca. Il suo sapore tipico è quello del latte appena munto, leggermente acidulo, che richiama sia l’aroma del burro, sia quello dello yogurt; la sua stagionatura dura minimo 20 giorni. La presenza al suo interno di fermenti lattici vivi lo rende un formaggio ottimo per una dieta bilanciata e completa, specie se inserito in un regime di dieta mediterranea.

L’Asiago stagionato è la versione sicuramente più antica e che più si avvicina a quella preparata dal 1500 in poi. Il sapore dell’Asiago stagionato varia in base alla sua stagionatura: se va dai 4 ai 6 mesi si dice “mezzano”, oltre i 10 è chiamato “vecchio” e oltre i 15 mesi invece “stravecchio”. L’Asiago mezzano è dolce, quello vecchio è fragrante, mentre quello stravecchio è decisamente intenso.

Come preparare la mela verde con mousse di Asiago

INGREDIENTI

  • per 2 persone
  • 150 g di Asiago Stagionato DOP
  • 2 mele verdi
  • 50 g di panna liquida
  • 2 cucchiai di zucchero

DIFFICOLTA: facile

TEMPO: 25 minuti per la preparazione complessiva

PREPARAZIONE E PROCEDIMENTO Preparare la mousse scaldando in un pentolino l’Asiago Stagionato Dop con un pò di panna. Fare raffreddare e montarlo con il frullatore tenendolo molto soffice.

Nel frattempo sbucciare le mele, togliere i torsoli col cavatorsoli e cucinarle in acqua e zucchero finchè non diventano croccanti. Tagliare le mele a rondelle nel senso orizzontale con uno spessore di circa 1 cm e ricomporle farcendole con la mousse tra una rondella e l’altra.

CONSIGLI: E’ una ricetta fresca, facile ed originale, ottima come dessert per una sera d’estate. Per la farcitura e la decorazione del piatto, spazio alla fantasia, le possibilità sono infinite!

ChefGir di questa ricetta: Alice Franceschi

Articolo precedenteBombette Pugliesi
Prossimo articoloGobbetti alla Pugliese