Gli spaghetti alla carrettiera, tipica ricetta della Sicilia,  prendono il nome dagli antichi carrettieri, che volendo assaporare la pasta anche in viaggio, cucinavano questo piatto con prodotti dalla facile conservazione. Si prestano a numerose varianti: si può aggiungere anche tonno sottolio, funghi,pancetta, pomodoro, carne,  e funghi porcini. Curiosamente questo piatto viene anche attribuito alla cucina romana, dove contempla i funghi freschi porcini.

Ingredienti:
-400 g di spaghetti
-1 cipolla
-2 spicchi d’aglio
-3 filetti d’acciuga
-3 cucchiai di pane grattugiato
-2 cucchiai di prezzemolo tritato
-2 cucchiai di olio EVO
-1 pizzico di origano
-peperoncino (se piace)
-sale e pepe q.b.

Difficoltà:
Facile

Tempo per preparazione:
15 minuti

Tempo per la cottura:
10 minuti per la salsa più tempo di cottura della pasta

Preparazione e procedimento:
In una padella capiente far sciogliere i filetti diacciuga in poco olio.  Unire quindi l ‘aglio e la cipolla tritati finemente e lasciar imbiondire. Unire qualche cucchiaio d’ acqua, 1 pizzico di sale, 1 ppizzico di origano, mescolare,incoperchiare e lasciar sobbollire la salsa a fuoco dolce per 10 minuti.
Intanto cuocere gli spaghetti al dente in abbondante acqua bollente salata e tostare in una padella il pane grattugiato con 1 pizzico di sale e il peperoncino (se c ‘è) , infine unire il pprezzemolo.
Scolare gli spaghetti (tenendo da parte un po’ d’acqua di cottura), versateli nella padella   con la salsa e spadellate il tutto a fiamma vivace per un paio di minuti,  mantecando con l ‘acqua di cottura della pasta tenuta da parte.  Servite ben caldo cospargendo gli spaghetti col pane grattugiato tostato e aromatizzato.

Consigli e suggerimenti:
Piatto conviviale, ottimo per uno “spaghetto di mezzanotte”  con gli amici.

Articolo precedenteRustico alle verdure
Prossimo articoloZeppole di San Giuseppe