fagiolini

I fagiolini sono una pianta tipica della stagione estiva, ricchi di vitamina A e minerali, tra cui calcio, fosforo e magnesio. Hanno meno calorie dei legumi e contengono molta acqua come gli ortaggi, ecco perché, pur appartenendo alla famiglia dei legumi, sono spesso considerati per le loro proprietà degli ortaggi.

Hanno un elevato potere saziante e sono il contorno ideale per chi soffre di gastrite perché privi di componente acida. Stimolano il transito intestinale e sono facilmente digeribili. Sono consigliati in gravidanza perché ricchi di acido folico

Si chiamano fagiolini perché altro non sono che fagioli ancora non maturati. In pratica sono i baccelli ancora piccoli e verdi prima che il frutto del fagiolo si sviluppi all’interno. In cucina possono essere preparati in tanti modi.

Ricetta dei fagiolini alla pugliese

Un contorno con prodotti tipici della terra di Puglia, un modo per rendere gustosi i fagiolini, che spesso non sono graditi da tutti… Ecco come preparararli.

INGREDIENTI per 4 persone:

  • 1 kg di fagiolini;
  • 450 gr di pomodori pelati;
  • peperoncino fresco;
  • aglio;
  • olio EVO;
  • prezzemolo fresco;
  • sale.

DIFFICOLTA: facile

TEMPO: 40 minuti circa per la preparazione e per la cottura

PREPARAZIONE E PROCEDIMENTO – pulire i fagiolini spuntandoli singolarmente e togliendo eventuali filamenti, lavateli e lessateli per circa 15 /20 minuti in acqua salata, dopodiché metteteli scolateli.

Intanto lavate e tritate il prezzemolo, passate i pomodori pelati. Ponete in un tegame l’olio, il peperoncino fresco a cui potete prima togliere i semini interni e l’aglio schiacciato, che farete imbiondire; aggiungete il passato di pomodoro e lasciate cuocere a fuoco allegro per qualche minuto, poi unite i fagiolini, aggiustate di sale e lasciate cuocere per altri 5 minuti.

A questo punto spegnete il fuoco, spolverizzate il tutto con il prezzemolo tritato, mescolate e servite i fagiolini alla pugliese.

Fontegiallozafferano
Articolo precedentePasta con zucca, gamberi e pistacchi
Prossimo articoloConosciamo la birra artigianale di qualità. Dal 12 al 18 marzo a Bari